I CONSIGLI PER L’ESTATE DELLA NUTRIZIONISTA

NON VUOI ROVINARE TUTTO IL LAVORO FATTO E I RISULTATI CHE HAI RAGGIUNTO, MA DALL’ALTRA PARTE DESIDERI GODERTI UNA VACANZA SERENA E SPENSIERATA?

È POSSIBILE CONCILIARE LE DUE COSE?

CERTO CHE SÍ !

SEGUENDO QUESTE REGOLE SEMPLICISSIME

La colazione

La brioche al bar non è proprio la scelta migliore. Se si ama fare colazione fuori, al cappuccino può essere abbinata una porzione di frutta fresca e della frutta secca, portata da casa o richiesta allo stesso bar. Se ne hai la possibilità, scegli di fare una colazione abbondante: consuma proteine (uova, frutta secca, affettato magro, carpaccio di pesce, formaggi magri o skyr). Questa semplice attenzione stimola il metabolismo, oltre che donare senso di sazietà e regolare meglio la fame durante tutto il giorno. Abbina poi cereali integrali e frutta secca alle tue proteine! Questo limita i picchi glicemici e non solo: stimola il dimagrimento e il tono dell’umore. Alla colazione possiamo abbinare anche un buon caffè senza zucchero. Sbaglia chi considera la bevanda (riabilitata anche in materia di prevenzione oncologica) proibita in estate: nessun problema fino alle 4-5 tazzine al giorno!!

Cibi salvavita

Non rischiare di sentire i morsi della fame. Porta sempre con  te qualche alimento “salvavita”. In spiaggia, in giro per le città o in montagna: frutta secca, fette Wasa integrali e frutta disidratata, non devono mancare! In caso di fame improvvisa non finirete a fare scelte sbagliate. Inoltre, la fibra e i grassi, aiutano a stimolare fegato ed intestino, evitando così problemi di stitichezza e gonfiore.

Il movimento

Anche il movimento aiuta a donare una pancia piatta e un transito regolare! Occorre non diventare totalmente sedentari per una settimana (o più). Più tempo si dedicherà all’attività sportiva, minore impatto avranno eventuali “sgarri” sul nostro fisico e tornare poi in palestra, sarà più semplice. Lunghe camminate, esercizi in spiaggia o nella camera di albergo, nuotate e stretching sono fondamentali!

Il pranzo

Ad una colazione abbondante, può seguire un pasto più leggero: rappresentato da un’insalata mista, da un primo freddo condito con verdure o da una coppa di frutta con frutta secca, oppure ancora  una porzione di gelato artigianale.

La cena

A cena meglio prediligere un secondo leggero (come pesce o carne  bianca) e limitare l’apporto di carboidrati. Se non potete scegliere la qualità dei carboidrati (quindi se non ci sono carboidrati integrali), optate per un secondo piatto con un contorno soddisfacente. Una cena leggera fa funzionare meglio il metabolismo ormonale, che si avvicina alla fase di riposo notturno.

La pizza

Ma, se si vuole mangiare una pizza? Nessun problema: purché ciò non accada ogni giorno e scegliendone una non troppo “ricca” e con impasto preferibilmente integrale o di Kamut, per limitare l’apporto di sodio e di grassi saturi. Guai anche a pensare che, avendo mangiato poco in spiaggia, ogni sera si possa consumare il quantitativo di cibo che corrisponderebbe al pranzo e alla cena. Errore gravissimo!

Gli spuntini

Tra un pasto principale e un altro, lo spuntino ideale rimane sempre la 1 frutto fresco con frutta secca.

I gelati

Meglio preferire quello artigianale, se proprio dobbiamo consumarlo. Per il gelato come sostituto del pranzo, l’abbinamento ideale e i gusti migliori da scegliere sono (evitando ciò a cui si è intolleranti) quelli con un contenuto a base di frutta secca o esotica, perché donano equilibrio al carico glicemico complessivo. Quindi via libera a: pistacchio, nocciola, fondente, cocco. Evitiamo invece i gusti come biscotto, tiramisù e simili. Un gelato al giorno? Ci può anche stare, ma dipende ovviamente dalla porzione, dalla scelta del gusto e da cosa si mangia nell’arco della giornata. Nessun problema particolare per i bambini, per cui il gelato artigianale alla frutta può essere una buona alternativa alla merenda.

Bevande alcoliche

In vacanza si è più tentati al consumo di alcolici, tra aperitivi e cene a base di pesce. Il consumo di un bicchiere di vino è consentito, ma è da evitare il consumo di super alcolici. La birra ghiacciata può essere un’ irresistibile tentazione, ma durante il giorno si rischia di eccedere con le quantità e di incorrere in congestioni. È da disincentivare maggiormente il consumo di alcolici nelle ore calde, poiché l’alcol accentua lo stato di disidratazione che è già più frequente, vista la stagione. Se si vuole bere qualcosa di alcolico, il consiglio è: meglio alla  sera, quando le temperature sono un po’ più basse, rispettando le quantità di consumo responsabile. Durante la giornata meglio dare spazio ad acqua (almeno dieci bicchieri al giorno o anche più se si fa sport) e infusi freddi senza zucchero. No, infine, alle bevande zuccherate o dolcificate. Una bibita dissetante e che appaga il palato, può essere una semplice acqua frizzante con succo di limone.

Godetevi il vostro relax!

È il trucco più vero e bello! Pensate poco e fate ciò che più vi fa star bene. Il relax serve anche per seguire una dieta sana, tanto per la salute quanto per il dimagrimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.